Trinceroni di Monte Campolongo
Realizzati dopo lo sfondamento di Caporetto, queste imponenti opere di fortificazione mettevano in collegamento i numerosi posti di combattimento predisposti sotto la cresta del monte e, armati con artiglieria, dovevano servire per tenere sotto controllo il Grappa e la sottostante valle del Brenta in caso di occupazione nemica. Numerose sono le vestigia visibili delle gallerie, le piazzole per i baraccamenti nonché i resti dell’acquedotto che risaliva la valle Silan. Scavati sulla roccia per una profondità di 1,80 – 2 m circa erano progettati per essere ricoperti da strutture mobili.